Meteo di primavera fino a metà novembre. Seguirà maltempo

Un fine settimana di primavera: il progressivo consolidamento dell’Alta Pressione garantirà condizioni di tempo stabile per tutto il weekend. Le temperature, già superiori alla norma soprattutto nei valori massimi, dovrebbero salire ancora. Si andrà facilmente oltre 20°C in tante città d’Italia e il caldo si farà sentire persino in montagna. E’ qui, difatti, che il rialzo termico si percepirà maggiormente: mancando le inversioni termiche tipiche di valli e pianure, ad alta quota si potrebbero raggiungere picchi simil estivi.

Nebbie, nubi basse e foschie: Anticiclone non sempre è sinonimo di bel tempo. La staticità atmosferica accelera l’accumulo di umidità nei bassi strati ed è facile, quando le giornate sino corte e l’inversione termica pronunciata, che si trasformino in nebbie e nubi basse durante le ore più fredde. E’ quel che sta già accadendo ed è ciò che avverrà massicciamente nei prossimi giorni. Osserveremo forti riduzioni di visibilità da Nord a Sud, Isole comprese. E non verranno coinvolte solamente le aree vallive e pianeggianti, no. Verranno interessati anche i litorali a partire dalla Liguria.

Dominio incontrastato sino a metà mese: le mappe di previsione a lungo termine confermano un monopolio anticiclonico di circa 10 giorni. Le grandi perturbazioni verranno dirottate a nord e a sud dell’Alta Pressione: sul Circolo Polare Artico e sull’Africa sub-sahariana.

immagine 1 articolo 40824

Quando e come un cambiamento? Le infiltrazioni instabili sul nord Africa andranno tenute costantemente sott’occhio. Sembrerebbero in grado di strutturare, confermando le proiezioni precedenti, un grosso Vortice Ciclonico in graduale spostamento verso est. Non dovrebbe coinvolgerci, ma potrebbe minare le fondamenta anticicloniche spalancando la strada ad uno spostamento dei massimi di pressione in direzione della Penisola Iberica e richiamando una massa d’aria fredda Scandinava verso il Mediterraneo centrale. Se così fosse si realizzerebbero quelle prospettive meridiane più volte citate e dal caldo anomalo si potrebbe passare in un batter d’occhio.

 

di: Ivan Gaddari

da: www.meteogiornale.it

LINK

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.