Gelo a est e freddo lambisce l’Italia. Novità meteo imponenti in settimana

L’Alta Pressione, che da giorni controlla le operazioni, continua a stazionare sull’Europa centro occidentale e sul bacino del Mediterraneo. Tuttavia sta subendo un’evidente contrazione direzione sud, lasciando che un’ondata di gelo prenda possesso dell’Europa orientale e sudorientale. Aria fredda è giunta così a lambire le regioni Adriatiche, determinando una lieve instabilità all’estremo Sud e un abbassamento delle temperature.

Ma la vera svolta avverrà nei prossimi giorni. Chi ci segue saprà che l’evoluzione in divenire appariva complessa, contemplando due soluzioni: gelo a est e Atlantico a ovest. Or bene, nelle ultime ore – in particolare nella giornata di ieri – ha preso il sopravvento il secondo scenario e significa che nei prossimi giorni una tediosa depressione oceanica si inserirà sulla Penisola Iberica condizionando – in qualche caso pesantemente – il nostro tempo.

IL METEO LUNEDI’ 12 DICEMBRE: cosa attenderci dalla giornata odierna? Beh, nulla di così diverso dai giorni scorsi se non una maggiore persistenza di nebbie e nubi basse su valli e pianure del Centro Nord. Nebbie che ostacolano la risalita delle temperature massime e laddove persisteranno anche di giorno possiamo dire che farà discretamente freddo. La colonnina di mercurio avrà degli abbassamenti anche altrove, dirigendosi verso valori più consoni al periodo.

In giornata parziale peggioramento su adriatiche centro meridionali e al Sud, laddove ci aspettiamo piogge sparse ma anche nevicate a partire dai 1000 metri di quota tra Marche e Abruzzo, sino ad arrivare ai 1400-1800 metri dell’Appennino meridionale e dei monti della Sicilia. Piovaschi si spingeranno sino alla Sardegna orientale. La ventilazione sarà di Grecale.

 

di: Ivan Gaddari

da: www.meteogiornale.it

LINK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.